Ospedale psichiatrico di Volterra


Estremi cronologici: 1888 - 1980

Consistenza: bb. e regg. 5650 e fascc. 30.000 circa in bb. 1125

Storia archivistica
La documentazione è inclusa nell'archivio della Congregazione di carità di Volterra e dal 1939 in quello degli Istituti ospedalieri e di ricovero della città di Volterra, che comprendevano, oltre all'Ospedale psichiatrico, anche l'Ospedale civile con annesso Brefotrofio, la Casa di riposo Santa Chiara, le Opere pie Baliati, Cangini, Rinaldi, Babbi, la Casa di riposo Principe di Piemonte, l'Orfanotrofio Ricciarelli. Dal 1963 l'Ospedale psichiatrico passò sotto l'amministrazione del Consorzio interprovinciale Pisa-Livorno.
Nel 2002 è stato effettuato un intervento di censimento della documentazione a cura di Alessandro Marucelli della Soprintendenza archivistica per la Toscana.
Dal giugno 2015, con il sostegno del Centro di documentazione di storia della sanità toscana, è stata avviata una prima tranche di lavori di riordino e inventariazione che riguarda la sezione amministrativa dell'archivio e che ha interessato i protocolli delle deliberazioni (regg. 172), il carteggio generale fino al 1951 (bb. 417), il carteggio della Direzione sanitaria (bb. 55), la documentazione dell'Ufficio tecnico (bb. e regg. 238), gli inventari, i ruoli degli affitti e i registri dell'Azienda agraria, dell'Ufficio del provveditore, del Macello e del Magazzino (regg. 44).
Nell'ottobre 2016, invece, nell'ambito del progetto Carte da legare, è iniziata la schedatura di 225 cartelle cliniche di pazienti donne con il software Arcanamente, realizzata dall'archivista Silvia Trovato e conclusasi nel settembre 2017. Per tale schedatura sono stati utilizzati anche due registri coevi (n. 4973 e n. 4976): i fascicoli dei pazienti, infatti, sono conservati a scaffale in ordine alfabetico, ma sono stati schedati in ordine cronologico in base all'ordine d'ingresso con numerazione progressiva, avvalendosi appunto per la individuazione dei medesimi dei due registri sopra menzionati. Sono stati registrati i ricoveri avvenuti dall'ottobre 1888 all'aprile 1899. In realtà, finora, si tratta di cartelle cliniche del "pre Frenocomio" chiamato allora "Ricovero di mendicità. Sezione dementi", poi "Asilo dementi", antesignano del vero e proprio Ospedale psichiatrico di Volterra.

Descrizione
Il fondo contiene documentazione amministrativa e sanitaria. Si segnala in particolare la serie delle cartelle cliniche (circa 30.000 fascicoli in bb. 1125; 1888-1978).



ultimo aggiornamento
6 dicembre 2017